giovedì 10 maggio 2007

Philip's Biscuits (Anversa)

Stamattina ci siamo svegliati sapendo di aver finito il caffé buono, quello italiano, e di non aver più neppure un biscotto. Abbiamo desiderato ardentemente un sacchetto dei biscotti al burro, a forma di mano, che si trovano solo ad Anversa in un biscottificio che sembra una fucina dove fate e gnomi infornano biscotti da mattina a sera. E' un luogo da favola che i buongustai non possono perdere.
Perchè i biscotti di Anversa sono a forma di mano? Perchè la mano è il simbolo della città.

La leggenda racconta che anticamente un crudele gigante di nome Druoon Antigoon si era posto di guardia su un’ansa del fiume Schelda sulla cui riva destra sorge la città. Il terribile Antigoon esigeva il pagamento di un pesante pedaggio da parte di ogni nave di passaggio. Se il capitano non era in grado o non voleva esaudire la richiesta il gigante gli tagliava una mano. Il diabolico mostro continuò a terrorizzare i poveri marinai per molti anni, fino al giorno in cui si imbattè in Silvius Brabo. Il coraggioso legionario romano affrontò il gigante, riuscendo infine ad ucciderlo. Gli tagliò una delle mani e la gettò nel fiume in segno di vendetta verso tutte le sue vittime. In segno di gratitudine venne nominato Duca di Brabant.
Da questa storia deriva anche il nome della città che in fiammingo è Antwerp, da hand (mano) werpen (tagliata). Storia un po' cruenta, vero, anche se con una morale di giustizia. Sta di fatto che, nei luoghi più impensati della città si può facilmente incappare in installazioni e sculture che rappresentano una mano. Oltre a poter gustare gli indimenticabili biscotti di Philip.
Philip'sBuiscuits
Korte Gasthuisstraat 11
b-2000 Antwerpen


7 commenti:

chiara ha detto...

Ma come ha fatto a sfuggirmi questo negozio! ...sono stata ad Anversa poco tempo fa..e non l'ho visto :((( ...vabBè...vorrà dire che ci tornerò appositamente!

chiara ha detto...

HO dimenticato di dirti che il tuo blg mi piace molto...lo segno subito fra i miei preferiti!

izzi ha detto...

grazie, chiara! anche io ho fatto un salto nel tuo blog e sabato credo che provrò a fare le tue alici al limone e timo. ti farò sapere con quale risultato.

Elena ha detto...

anvera mi piace tanto
è cpsì mediterranea quando vivi nel nord europa

ci sono un paio di posti che ho amato molto, come la Maison Guiette progettata da Le Corbusier e tutti gli Issey Miyake di un negozio del centro e quel negozio di decorazione di interni da sbattersi per terra e le ville dei ricchi commercianti di diamanti indiani nei sobborghi della città.

Brikebrok ha detto...

I loro speculoos sono buooooni ...
Tornerò spesso nel tuo blog, da quando hai scritto quel fantastico "gamberi alla melanger tout et aboutir à quelque chose" ... troppo forte ! sei mai stata in Africa ?

izzi ha detto...

vero i loro speculoos sono buoni e perfetti per fare la cheeasecake alla Nyorkese che sarà una prossima tappa culinaria estiva. in africa? sì, visitato l'Etiopia nel 1994 e presto mi auguro di scoprire il Senegal.

izzi ha detto...

Brikebrok, mi sembra tu conosca bene il Belgio? Per quanto tempo hai vissuto nel Plat Pays?